GIUBILEO MISERICORDIA: BORRELLI (AC), "UNA CHIESA CAPACE DI AMARE TUTTI"

È "con grande gioia e gratitudine" che l’Azione cattolica italiana accoglie l’indizione del "Giubileo straordinario che abbia al suo centro la misericordia di Dio", come ha annunciato ieri Papa Francesco. Anna Teresa Borrelli, responsabile nazionale dell’Azione Cattolica dei ragazzi, sottolinea lo speciale significato della data di avvio del "Giubileo straordinario, che avrà inizio con l’apertura della porta santa della Basilica vaticana l’8 dicembre 2015, a cinquant’anni esatti dalla chiusura" del Concilio vaticano II. Bergoglio ha chiarito il significato dell’evento: "Nessuno può essere escluso dalla misericordia di Dio". È, secondo Borrelli, "una spiegazione chiara e forte della ‘Chiesa in uscita’ sognata da Papa Bergoglio fin dalla vigilia del conclave del 2013 che lo ha eletto Papa e che Francesco vuole realizzare". L’Azione cattolica "sceglie così di vivere anche questo evento che è sicuramente tra i momenti più significativi e importanti della vita della Chiesa, come un tempo favorevole per continuare a essere una Chiesa caratterizzata dalla misericordia, una Chiesa che ha il volto del perdono, una Chiesa capace di amare tutti". "Vogliamo così, dai più piccoli agli adulti, impegnarci sempre più a costruire una Chiesa che si concretizza nei tanti gesti di prossimità e nella sollecitudine per le miserie umane, per i bisogni della gente, certi che ogni uomo è un dono, una scoperta, una ricchezza".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy