SANTA SEDE: NOTA SU SOSTEGNO AI CRISTIANI E ALTRE COMUNITÀ NEL MEDIO ORIENTE” “

Un appello alla comunità internazionale affinché sostenga "la radicata presenza storica" di tutte le comunità etniche e religiose del Medio Oriente. È qui, infatti, che le religioni del mondo sono nate, incluso il Cristianesimo. Oggi queste sono minacciate dallo Stato Islamico (Daesh), da Al Qaeda e dai vari gruppi terroristici affiliati" con il rischio di "scomparsa completa per i cristiani". È quanto si legge in una dichiarazione congiunta di Santa Sede, Federazione Russa e Libano, presentata oggi al Consiglio dei diritti umani di Ginevra, dall’osservatore permanente della Santa Sede, l’arcivescovo Silvano Maria Tomasi. La dichiarazione, che porta il titolo "Sostenere i diritti umani dei cristiani e delle altre comunità, in particolare nel Medio Oriente" è stata sottoscritta da 63 Paesi, tra cui l’Italia, che così vogliono manifestare "una volontà politica positiva" per eliminare tali violazioni dei diritti umani. Il testo evidenzia la "pericolosa situazione che i cristiani devono affrontare" nella zona e denuncia "gli abusi che vengono subiti da persone di qualsiasi appartenenza religiosa, etnica e culturale" che vogliono semplicemente esercitare la loro "libertà di religione e di credo, senza essere perseguitati o uccisi". La situazione si aggrava sempre di più e minaccia "l’esistenza di molte comunità religiose" e tra queste "i cristiani sono oggi particolarmente colpiti e la loro sopravvivenza "è in questione". (segue)” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy