RIFORMA SCUOLA: DESIDERI (AIMC), "IL VOUCHER DI 500 EURO, UN INVESTIMENTO POSITIVO"

"Accogliamo positivamente il fatto che il Governo abbia fatto marcia indietro riguardo il discorso di associare merito e scatti di anzianità per la retribuzione dei docenti, ma avremmo voluto che si facesse qualcosa di più per la valorizzazione dei docenti". È il parere espresso al Sir da Giuseppe Desideri, presidente dell’Aimc (associazione italiana maestri cattolici), commentando l’approvazione ieri sera da parte del Consiglio dei ministri del disegno di legge sulla "Buona Scuola". Il ddl dà il via libera a un Piano straordinario di assunzioni per il 2015/2016 per coprire le cattedre vacanti e creare l’organico dell’autonomia. Oltre 100.000 insegnanti saranno assunti a settembre 2015. "Il punto di forza è sempre stato l’eliminazione del precariato, ma – avverte Desideri -, come hanno segnalato tutti, ci sembra che siamo in ritardo sui tempi necessari. Sembra che tutto vada a regime nel 2016. Per settembre 2015 credo che, se il Governo vuole mantenere la promessa di assumere i precari, dovrà fare un provvedimento d’urgenza. Infatti, presentare un ddl significa voler aprire un dibattito che richiede i suoi tempi". La "grande sorpresa" del disegno di legge è la Carta per l’aggiornamento e la formazione dei docenti: "Un voucher di 500 euro è un bell’investimento, dato a rendicontazione di spese fatte. Anche se è uno strumento ulteriormente migliorabile, il voucher è positivo".” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy