PAPA FRANCESCO: CARD. BASSETTI, È "L’UOMO DELLA PRIMAVERA DELLA CHIESA"” “” “

Jorge Mario Bergoglio è "l’uomo della nuova primavera della Chiesa. Una primavera già annunciata in un radio messaggio di Pio XII alla fine della guerra, una primavera preconizzata nel discorso di apertura del Concilio del 12 ottobre 1962 quando dinanzi ai profeti di sventura Giovanni XXIII intravide una ‘nuova primavera’ della Chiesa. Bergoglio, figlio di immigrati italiani, il primo Papa Gesuita, proveniente dalla fine del mondo, sta proponendo al mondo la sua pastorale che è ‘nuova’, perché fa perno sull’umanità della persona e certi tratti del suo approccio ci riportano a Giovanni XXIII, il Papa a cui Francesco si ispira più di tutti". Lo dice il cardinale arcivescovo di Perugia-Città della Pieve Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza episcopale umbra, in un’intervista sul settimanale "La Voce" (Umbria), in occasione del secondo anniversario dell’elezione di Bergoglio. Giovanni XXIII è il Papa del Concilio Ecumenico Vaticano II e il suo discorso di apertura del Concilio, commenta il porporato, "è l’ouverture del concerto. Se il Concilio è stato un grande concerto, l’ouverture, che contiene sempre tutti i temi del concerto, l’ha data Papa Giovanni XXIII: la primavera, i segni dei tempi, il dialogo, la misericordia. Lui, Francesco, non fa altro che riproporre dopo cinquant’anni questi temi. Ecco perché dico l’uomo della primavera!".” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy