IL PAPA A POMPEI: MONS. CAPUTO (VESCOVO), "PREGHIERA, AMORE E SPERANZA"

"Preghiera, amore e speranza": sono le tre chiavi di lettura della visita del Papa a Pompei, come ha spiegato oggi l’arcivescovo prelato di Pompei, monsignor Tommaso Caputo, nella conferenza stampa, che si è tenuta stamattina per la presentazione della visita di Papa Francesco nella città mariana, in programma sabato 21 marzo. Il presule, illustrando le ragioni che hanno portato il Santo Padre a pregare ai piedi della Vergine del Rosario prima di cominciare la visita pastorale a Napoli, ha insistito, in particolare, sui tre aspetti: preghiera, amore e speranza. Preghiera perché lo stesso Pontefice ha più volte invitato i fedeli a sostenere la sua azione pastorale e i suoi viaggi chiedendo a Dio di guidarlo nella quotidianità di una missione difficile. Inoltre, mons. Caputo ha ricordato la profonda devozione mariana di Papa Francesco. "Il giorno successivo alla sua elezione – ha detto – come aveva annunciato lui stesso dalla Loggia papale, come primo impegno del mattino volle andare a Santa Maria Maggiore per affidare alla Madonna il suo Pontificato. In occasione dei suoi viaggi all’estero, torna là, all’andata e al ritorno, per mettersi nelle mani della Vergine". Il secondo aspetto è quello dell’amore, in particolare per "il fratello, soprattutto l’ultimo, il solo, l’emarginato". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy