FIRENZE 2015: DOM GIANNI AL COPERCOM, UMANESIMO PER "UOMO DEGNO DI QUESTO NOME"

Il convegno ecclesiale di Firenze, nelle intenzioni della Cei, vuol essere un "evento ecclesiale, comunitario e comunionale", e "tutte le tappe" verso questo evento "sono anticipo importante e profetico di quella ecclesialità, comunitarietà e comunionalità che dovrà caratterizzare il convegno fiorentino". Così dom Bernardo Gianni, monaco benedettino e priore dell’Abbazia di San Miniato a Monte (Firenze), nonché membro della giunta del Comitato preparatorio del V Convegno ecclesiale nazionale, si è rivolto oggi a Roma al Comitato presidenti e delegati del Copercom, richiamando una "visione dell’umanesimo che ci rimanda a una contemporaneità che vogliamo abitata da uomo veramente degno di questo nome". Quale il compito di chi fa comunicazione? "Papa Francesco chiede ai comunicatori che vogliano farsi autenticamente prossimi alla sete dell’uomo del nostro tempo di mettersi in gioco", ha risposto dom Gianni riprendendo il messaggio per la Giornata mondiale delle comunicazioni sociali del 2014, laddove il Papa scrive che "chi comunica si fa prossimo", sul modello del buon samaritano. ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy