Siria: Acs, a Roma il 10 dicembre la testimonianza di padre Jacques Mourad

Padre Mourad, religioso rapito in Siria il 21 maggio 2015 e poi liberato il 10 ottobre 2015.

Il 10 dicembre a Roma (ore 11.00, Associazione Stampa estera, in via dell’Umiltà 83/C ) Aiuto alla Chiesa che soffre, in collaborazione con l’Associazione Stampa Estera, ospiterà la testimonianza di padre Jacques Mourad, il religioso sequestrato in Siria dallo Stato Islamico il 21 maggio e liberato il 10 ottobre scorso. Parlerà alla stampa europea per la prima volta dopo la sua liberazione in una conferenza dal titolo Padre Mourad: i miei giorni in mano ad Isis. Padre Mourad appartiene alla comunità del Monastero Deir Mar Musa, fondata in Siria da padre Paolo Dall’Oglio, che Acs sostiene da diversi anni. È per questo che, non appena liberato, il religioso ha scritto una lettera ad Acs. “È con il vostro aiuto – ha scritto – che abbiamo potuto svolgere la nostra opera umanitaria a Qaryatayn, a Mehine e a Hawarine. Il vostro sostegno ha contribuito alla mia liberazione, perché è grazie alle testimonianze e all’intervento di chi ha beneficiato di questi gesti di solidarietà, che il cammino della libertà si è presentato nuovamente davanti ai miei occhi”. Sin dall’inizio della crisi in Siria nel marzo del 2011, Acs ha sostenuto la popolazione siriana realizzando progetti per un totale di oltre 8 milioni di euro. Ai saluti iniziali del direttore di Acs-Italia, Alessandro Monteduro, e del presidente dell’associazione stampa estera, Tobias Piller, seguirà l’intervento di padre Jacques Mourad e il dibattito moderato dalla portavoce di Acs-Italia, Marta Petrosillo. Concluderà l’incontro il presidente di Acs-Italia, Alfredo Mantovano.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy