Società: mons. Vecerrica (Fabriano-Matelica), “mi attendo balzo di tenerezza nei rapporti”

“Da tutti mi attendo un balzo di tenerezza nei rapporti”. È l’auspicio espresso dal vescovo di Fabriano-Matelica, monsignor Giancarlo Vecerrica, nel messaggio natalizio alla diocesi. “Natale è la Misericordia di Dio”, afferma il presule, per il quale “il fascino che suscita Papa Francesco è tutto nel suo essere segno di dove è Dio, dove è l’Amore, dove si trova l’esperienza della tenerezza, dove l’amore vince su male, guerre, divisioni”. “Con il dono dell’Anno santo della Misericordia – prosegue – Papa Francesco ci spalanca la bellezza del Natale”. Mons. Vecerrica invita anche a fare “proprie le proposte del Papa per questo Anno santo”: “la confessione, che sempre vi ho proposto come il sacramento più rivoluzionario della vita”; “le opere di misericordia corporali e spirituali”, attraverso cui cercare “il volto di Gesù in coloro che sono più bisognosi, nell’accoglienza ai migranti, nei malati e nei poveri”; “l’impegno a rinnovare la vita di tutti”. Riferimento, quest’ultimo, a “chi ha responsabilità politiche, amministrative e sociali”, affinché “si spenda nel dare lavoro e assistenza sanitaria; ascolti il grido del popolo, che chiede di salvare nel territorio i reparti del nostro ospedale, come maternità”; che domanda di ridare possibilità a artigianato e agricoltura; che desidera ripopolare i centri storici come luoghi di incontro e amicizia civica”. La conclusione è un invito a guardare a “Maria, Madre della Misericordia, per imparare a donare tenerezza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy