Cardinale Parolin: al Ceis, il vostro è un programma di “ritorno alla vita”

Gesù “rinasce nei cuori di voi che state vivendo un programma di disintossicazione dalla droga, ma, vorrei piuttosto dire, di ritorno alla vita, alla vita vera”. È il saluto del cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato vaticano, ai tossicodipendenti e alle loro famiglie ospiti del Centro italiano di solidarietà (Ceis) “Don Mario Picchi di Roma”. “È un Natale particolare per voi e per le vostre famiglie che vi sostengono, pregano, soffrono e sperano con ciascuno di voi”, le parole del cardinale nell’omelia della messa di Natale del Giubileo della Misericordia: “È un Natale speciale per quanti hanno terminato il programma di riabilitazione mediante un lungo cammino, non certo facile, fatto anche di cadute, in cui però – ha detto Parolin citando il Papa – quello che importa non è di non cadere, ma di non rimanere caduti’”. Di qui il grazie del cardinale agli educatori del Ceis,per l’impegno che vivono ogni giorno accanto a voi” e per tutti coloro che “portano avanti con abnegazione e amore il progetto del vostro fondatore, don Mario Picchi, tanto stimato dal beato Paolo VI e da San Giovanni Paolo II”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy