Salute: Scienza & Vita, “aperti alla sfida del dialogo”

“Abbiamo raccolto il caloroso invito di Papa Francesco a ‘rilanciare una rinnovata cultura della vita’, uscendo per incontrarla, e poi sorreggerla laddove è scartata. Consapevoli, oggi come ieri, che ‘il grado di progresso di una civiltà si misura proprio nella capacità di custodire la vita, soprattutto nelle sue fasi più fragili, più che dalla diffusione di strumenti tecnologici’”. Lo assicurano Paola Ricci Sindoni e Paolo Marchionni, rispettivamente presidente nazionale e consigliere nazionale di Scienza & Vita, nell’editoriale che apre il numero 15 de “I Quaderni di Scienza & Vita”, edito da Cantagalli. “Siamo pronti dunque, così come ci chiede il Santo Padre – proseguono -, a questa sfida sempre più impegnativa aperta al dialogo continuo e al confronto ‘fecondo con tutto il mondo della scienza, anche con coloro che, pur non professandosi credenti, restano aperti al mistero della vita umana’”. Ricci Sindoni e Marchionni, dopo aver ricordato l’intervento al convegno del cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei, sottolineano l’importanza di “recuperare” l’“equilibrio tra scienza e vita”. Si è pensato, ad esempio, “di sostenere giovani ricercatori attraverso delle borse di studio, perché si riorientino a completare una formazione che, oltre il dato della competenza professionale, recuperi anche la qualità e l’etica della propria coscienza. Quella capace di dire fin dove si può arrivare, senza cadere nel delirio di onnipotenza che la tecnica e il potere, che essa ha conquistato in questo nostro tempo, tendono appunto a guadagnare”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy