Intercultura: Migrantes, nelle scuole di Lampedusa il progetto “Il viaggio della vita”

Sono riprese a dicembre nelle scuole di Lampedusa le attività nell’ambito del progetto “Il viaggio della vita”, promosso dalla Fondazione Migrantes a Lampedusa . Dopo aver avviato, per il terzo anno consecutivo, anche la formazione dei giovani animatori interculturali dell’isola, in questi giorni si sono tenuti gli incontri con gli alunni dell’istituto Omnicomprensivo “L. Pirandello”; tema scelto per quest’anno scolastico è l’Eritrea. Gli alunni della scuola sono invitati a fare un “viaggio di scoperta” simbolico in un Paese che in qualche modo ha “toccato” l’isola. Lo scorso anno la destinazione è stata la Costa d’Avorio, quest’anno tocca all’Eritrea. “Naturalmente non si tratta di un viaggio fisico, non comporta quindi uno spostamento reale di persone, ma è inteso come uno spostamento mentale che spinge ancora di più a un qualsiasi cambiamento”, precisa Maria Veronica Policardi, di Migrantes Lampedusa, in un intervento pubblicato dall’agenzia Migranti-press. Ai bambini e ai ragazzi, ma anche ai docenti coinvolti, viene chiesto di recuperare le informazioni su un Paese che indirettamente Lampedusa ha conosciuto attraverso i volti, lo sguardo, le parole, i canti, le preghiere e i pianti dei viaggiatori che sono stati costretti ad abbandonarlo e che per pochissimo tempo hanno fatto sosta sull’isola. “Sono tantissimi i migranti provenienti dall’Eritrea passati proprio da Lampedusa – spiega Policardi -. Inoltre, l’evento che ha segnato i lampedusani, il naufragio del 3 ottobre 2013, è una tragedia prima di tutto del popolo eritreo. Subito dopo i pochi superstiti rimasti sono stati trattenuti per più tempo sull’isola e molti dei suoi abitanti hanno avuto modo di conoscere meglio chi sono questi migranti”. Nei prossimi incontri incontreranno Ribka Sibhatu, ricercatrice e animatrice eritrea che dal 10 dicembre è a Lampedusa per laboratori interculturali con adulti e bambini. Ribka ha vissuto sulla propria pelle la repressione e la prigionia del regime eritreo ed etiope, anche attraverso l’uso della fiaba, di aneddoti, di racconti d’infanzia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy