Cardinale Marx: “l’identità del cristiano non è mai diretta contro qualcuno”

Come in tutta al Chiesa universale, anche nelle diocesi tedesche i vescovi hanno celebrato l’inizio dell’Anno santo della misericordia in questo ultimo fine settimana. Il presidente della Conferenza episcopale tedesca, il cardinale Reinhard Marx, aprendo la Porta santa della cattedrale di Monaco-Frisinga, ha ricordato che “l’identità del cristiano non è mai diretta contro qualcuno: è contro l’odio, contro la guerra, contro l’oppressione, è diretta contro l’emarginazione, ma mai contro le persone”. Per Marx “soprattutto in questi tempi turbolenti, di difficili conflitti politici, con la questione dei profughi e l’unità dell’Europa, la pace nel mondo, abbiamo bisogno di ricordare ancora una volta a chi apparteniamo come cristiani”. L’arcivescovo di Friburgo, monsignor Stephan Burger, ha chiamato alla “solidarietà con le persone che sono meno potenti perché sono malate, bisognose di cure, o perché sono ancora sconosciute a causa della loro origine straniera nel nostro Paese”. Il vescovo di Münster, monsignor Felix Genn, ha benedetto con l’incenso la Porta della misericordia nella cattedrale di Münster, prima di attraversarla con i fedeli: la porta è stata costruita in legno senza barriere in occasione del Giubileo ed è alta circa 4 metri, prospicente al portale principale della cattedrale di St. Paul.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy