Cardinale Betori: “il Giubileo ci impegna nella misericordia verso i fratelli”

“Siamo invitati a riconoscerci bisognosi di essere amati, perché il peccato inaridisce i nostri cuori. Solo l’esperienza dell’amore misericordioso di Dio può aprirli all’amore verso di lui e i fratelli”. È quanto ha affermato ieri il cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, per l’apertura della Porta santa nella cattedrale di Santa Maria del Fiore. “Il cammino del Giubileo – ha proseguito – deve partire dalla consapevolezza di come una cultura del sospetto verso Dio e verso gli altri inquina le nostre vite, alimentando in noi istinti egoistici e brame di un’autonomia senza limiti”. Per l’arcivescovo di Firenze, “il Giubileo ci impegna nella misericordia verso i fratelli, nel contribuire a stabilire condizioni di dialogo e cooperazione nella società, nel venire incontro a quanti sono nella sofferenza, con l’esercizio delle opere di misericordia corporali e spirituali”. Nel cammino del Giubileo, “c’è un orizzonte di evangelizzazione”. Per questo – ha concluso – “passando attraverso la Porta santa, che oggi abbiamo aperto in questa cattedrale, sentiamoci chiamati a questa testimonianza evangelica per il nostro tempo, perché guardando alla nostra esistenza il mondo possa riscoprire il volto misericordioso di Dio e lasciarsi riconciliare con lui”. Nella giornata di ieri il card. Betori ha presieduto anche la celebrazione eucaristica per la benedizione abbaziale di dom Bernardo Gianni nell’abbazia di San Miniato al Monte. “Caro dom Bernardo – ha detto l’arcivescovo nell’omelia – anche a te è chiesto di progredire in un cammino di crescita spirituale che coinvolga tutta la comunità e quanti a essa si rivolgono nella ricerca di una sempre più piena comprensione della volontà di Dio, così come essa si illumina nell’orizzonte della Regola di san Benedetto, alla luce in particolare del suo principio supremo: ‘Non anteporre nulla all’amore di Cristo’”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy