Papa in Kenya: ai giovani, difendete sempre la famiglia e state vicini a chi è solo

“Difendete la famiglia! Difendetela sempre”: questa la consegna affidata da Papa Francesco ai giovani a conclusione dell’incontro nello stadio Kasarani di Nairobi. Rispondendo all’ultima sollecitazione di Manuel – che insieme a Linette gli aveva presentato sei “sfide” – sull’abbandono familiare, nel suo discorso interamente a braccio il Papa ha osservato: “Ovunque ci sono ragazzi abbandonati o perché sono stati abbandonati alla nascita o perché la vita li ha abbandonati oppure la famiglia, i genitori e non sentono l’affetto della famiglia. Per questo la famiglia è così importante. Difendete la famiglia! Difendetela sempre”. “Ovunque – ha fatto notare – non solo ci sono bambini abbandonati, ma anche anziani abbandonati, che stanno lì senza che nessuno li visiti, senza nessuno che voglia loro bene… Come si può uscire da questa esperienza negativa, di abbandono, di mancanza di amore? C’è soltanto un rimedio per uscire da queste esperienze: fare quello che io non ho ricevuto”. “Se voi non avete ricevuto comprensione, siate comprensivi con gli altri; se voi non avete ricevuto amore, amate gli altri; se voi avete sentito il dolore della solitudine, avvicinatevi a quelli che sono soli”. “La carne si cura con la carne! E Dio si è fatto Carne per curarci. Facciamo anche noi – l’esortazione del Papa – lo stesso con gli altri”. A concludere l’incontro la recita, tutti insieme, del “Padre nostro” che, ha osservato scherzosamente Francesco, “ha un solo difetto: non può smettere di essere Padre!”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy