Diocesi: Verona, mercoledì un convegno sui primi cinque anni di “Progetto Esodo”

Per celebrare il primo lustro del “Progetto Esodo”, coordinato da Caritas diocesana veronese, Caritas diocesana vicentina e Caritas diocesana Belluno, si svolgerà mercoledì 2 dicembre dalle ore 9.30 presso il seminario vescovile di Verona, il convegno “Cinque anni di Progetto Esodo – Risultati e prospettive – Percorsi di inclusione socio-lavorativa per detenuti, ex detenuti e persone in esecuzione penale esterna”. “Esodo” è un progetto nato dalla volontà di aggregare in un’azione programmata i diversi soggetti operanti nel circuito penitenziario e reso possibile dalla volontà del Provveditorato regionale dell’Amministrazione penitenziaria, dal finanziamento di Cariverona e il coordinamento delle Caritas diocesane di Verona, Vicenza e Belluno, con un unico obiettivo: il reinserimento socio-lavorativo di detenuti, ex detenuti e persone in esecuzione penale esterna attraverso la formazione, l’inserimento lavorativo, l’accoglienza residenziale e il sostegno agli utenti. A 5 anni dal suo inizio, “Esodo” è diventato un progetto di sistema che ha raggiunto un livello di maturità tale da spingere i partner a condividerne i risultati e disegnarne i nuovi scenari per il prossimo futuro attraverso un convegno che vedrà protagonisti, oltre ai direttori delle Caritas diocesane e i coordinatori, anche Enrico Sbriglia, provveditore regionale dell’Amministrazione penitenziaria per il Triveneto, Lorenza Omarchi, magistrato di sorveglianza di Verona, e Giovanni Sala, vice presidente vicario della Fondazione Cariverona.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa