Diocesi: Ragusa, mons. Cutitta scrive alla comunità, “accogliamoci a vicenda”

“Accogliamoci a vicenda con fiducia e amore”. Così scrive monsignor Carmelo Cuttitta, vescovo eletto di Ragusa, in una lettera indirizzata alla comunità diocesana di cui, da domani, diventerà il pastore. “Con trepidazione e gioia ho accolto da Papa Francesco la chiamata a servire la Chiesa di Ragusa”, continua il presule, per il quale “da quando ho appreso di essere il vostro vescovo, ho chiesto al Signore, che mi ha chiamato a servirvi come pastore, la fedeltà alla Sua volontà”. “Metto a vostra disposizione, senza alcuna riserva, il mio cuore di fratello, di padre e di amico – ha chiarito -, con la speranza di essere sempre capace di gesti amorevoli e premurosi che sono propri del pastore. Chiedo al Signore un cuore che superi i miei limiti, e nel quale ciascuno di voi abbia la certezza di poter trovare un posto”. “Nell’annuncio della ‘Buona Novella’ – aggiunge monsignor Cuttitta – intendo ispirarmi al beato Giuseppe Puglisi che ci è modello per la sua testimonianza martiriale”. E ancora: “Percorreremo insieme le vie della fede e della carità, senza nulla disperdere del tesoro di santità e di grazia che la nostra diocesi ha sin qui sperimentato”. “In questo momento – conclude il presule – sento tutto il peso della mia povertà. Mi affido all’intercessione della Beata Vergine Maria del Rosario e chiedo a tutti voi di pregare che il Signore mi conceda il dono della sapienza del cuore”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa