Diocesi: mons. Savino (Cassano all’Jonio), “lasciamoci contagiare dallo spirito di servizio”

“Lasciamoci contagiare dal coraggio, dalla tenacia, dallo spirito di servizio” testimoniato nel viaggio di Papa Francesco in Africa. Il Pontefice “parla delle periferie abitando le periferie, andando nelle periferie, condividendo, almeno per qualche ora, la vita drammaticamente sperimentata nelle condizioni di fame, malattie, violenza, guerre dai fratelli del Kenya, dell’Uganda e della Repubblica centrafricana”. Lo scrive il vescovo di Cassano all’Jonio, monsignor Francesco Savino in un messaggio per l’Avvento. Papa Francesco “va come pellegrino per richiamarci a essere pellegrini nel nostro esistere quotidiano: non abbiamo certezze se non Gesù Cristo, non abbiamo fissa dimora se non quella che ci attende nelle braccia misericordiose di Dio Padre, non abbiamo altro scopo se non essere mendicanti dell’Amore e divulgatori di Amore nel servizio reciproco che lo Spirito Santo ci suggerisce operando nei nostri limiti per fare grandi cose”, scrive il presule evidenziando che nel “nostro essere in continuo pellegrinaggio sappiamo che una meta ci attende, in questo Natale 2015 e oltre: la venuta definitiva del Signore che ‘verrà con giustizia’ per i vivi e per i morti, ricapitolando tutte le cose che furono, che sono e che saranno”. Monsignor Savino invita al “silenzio”: “Ridimensioniamo tv, radio, cellulari, computer e quant’altro, riduciamo contatti su fb, twitter, e simili per ritagliare tempi e spazi di silenzio, meditazione, riflessione, lettura e preghiera”. Nell’ascolto della Parola di Dio “troviamo una lente d’ingrandimento correttiva della miopia che non ci permette di riconoscere gli errori, il peccato, la deriva dalla buona prassi evangelica”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy