Aiart: ok su abolizione spot su Rai YoYo, Rai 5 e Rai Storia

“Soddisfazione per la decisione della Rai di rinunciare dal 1° maggio 2016 alla pubblicità su Rai YoYo, Rai 5 e Rai Storia. È una scelta che va apprezzata e può segnare un’inversione di tendenza da parte della Rai, tanto più significativa se si considera che da tempo l’Aiart ha richiesto di eliminare la pubblicità nei programmi destinati ai minori”. Lo afferma Luca Borgomeo, presidente dell’associazione di telespettatori cattolici Aiart, in una nota diffusa oggi. “Nessuna remora a dare atto al direttore generale Rai Campo dell’Orto di aver assunto una decisione importante e che fa prefigurare per la Rai l’inizio di un percorso che tende a recuperare la funzione di servizio pubblico della Rai, da tempo sacrificata sull’altare di una falsa concorrenza con Mediaset. È fondamentale – conclude Borgomeo – che i canali tematici della Rai investano nei contenuti evitando di cedere a logiche di consumo che snaturano l’essenza del servizio pubblico televisivo, che è quello di accrescere la qualità dei programmi attraverso una dimensione educativa e attenta alla sensibilità dei telespettatori”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy