Vatileaks: don Peloso (Don Orione), “da 2000 anni la Chiesa ha mostrato di saper purificarsi”

“Di fronte alle notizie di tradimenti e di incoerenze di uomini di Chiesa che occupano le prime pagine dei giornali c’è da piangere e da indignarsi, ma, in certo modo, è anche un buon segno di vitalità della Chiesa. La buona salute di un corpo, infatti, dipende dalla sua capacità di purificarsi onde evitare l’indebolimento e la decadenza”. Lo scrive don Flavio Peloso, superiore generale dell’Opera Don Orione in una lettera inviata a tutta la Famiglia orionina e pubblicata nella sua forma integrale sul sito www.donorione.org. “Da 2000 anni – prosegue don Peloso – la Chiesa ha dimostrato di saper purificarsi e lo sta facendo anche ora. Siamo tutti partecipi di questo processo. Papa Francesco è il capo coro bene intonato sul Vangelo che fa sentire stonate tutte le altre musiche mondane”. “Il subdolo messaggio ‘il Papa è buono e nuovo, la Chiesa è marcia e vecchia’ – conclude – sembra stare al centro della logica comunicativa che predomina nel mondo mediatico da quando a capo della Chiesa c’è Papa Francesco”. Infatti, “con esperta selezione di parole e gesti viene accreditato un Papa buono e una Chiesa corrotta da denaro e sesso, attaccata al potere, meschina ed egocentrica. Molti interventi di Francesco di riforma e correzione rivolti a pastori e organismi della Chiesa vengono strumentalizzati in modo da esaltare idealisticamente il Capo e da screditare il Corpo reale, la Chiesa”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy