Unione europea: 2 milioni all’Unicef per i bimbi in fuga nei Balcani occidentali

Il Dipartimento per gli aiuti umanitari e la protezione civile della Commissione europea (Echo) ha donato 2 milioni di euro all’Unicef per i bambini in fuga nella Repubblica di Serbia e nella ex Repubblica jugoslava di Macedonia. E’ il primo contributo dell’Echo all’Unicef per rispondere ai bisogni dei rifugiati e dei migranti in fuga attraverso l’Europa. Questi fondi, si legge in un comunicato, “aiuteranno l’Unicef e i suoi partner a rispondere alle necessità dei bambini rifugiati e migranti che stanno attraversando questi due paesi. Il progetto garantirà 2 milioni di euro per assistere 170 mila bambini e madri in spazi a misura di bambini in cui le famiglie possono sostare, ricevere aiuti di prima accoglienza, e per sostenere il sistema di protezione dei bambini”. Sarà anche garantito cibo adeguato per i bambini tra 0 e 24 mesi e saranno fornite alle madri informazioni sull’allattamento al seno e su una sana nutrizione. “Adesso con l’inverno che incombe, i loro bisogni sono più grandi che mai. Non possiamo deluderli”, ha dichiarato Marie Pierre Poirirer, coordinatore speciale Unicef per la crisi rifugiati e migranti in Europa.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy