Ordinariato militare: mons. Marcianò (ordinario), “la sapienza è il principio di governo per costruire la pace”

“La sapienza è il principio di governo che serve per assicurare stabilità, sicurezza e tranquillità; in una parola, per costruire quella pace che trionfa assieme al bene comune, per un mondo dominato dalla giustizia e impregnato di solidarietà”. Lo ha sottolineato monsignor Santo Marcianò, ordinario militare per l’Italia, durante l’omelia per la Giornata del ricordo dei caduti militari e civili nelle missioni internazionali per la pace, nella Messa celebrata questa mattina presso la Basilica S. Maria in Ara Coeli (Roma), alla presenza delle famiglie dei caduti, dei loro compagni e delle autorità civili e militari. “È con questa sapienza – ha proseguito mons. Marcianò -, con questa contemplazione della dignità umana, che i nostri fratelli caduti hanno servito la causa della pace, pagandola di persona con la propria vita e la propria morte. Pagando di persona! Intuendo, cioè, che, come la guerra, anche la pace non è fatta solo di grandi sistemi, di trattati internazionali, di equilibri strategici. È fatta prima di tutto di persone che scelgono o di piegarsi al regno dei potenti di questo mondo oppure di servire il regno dei poveri. Sono ‘poveri’, sono ancora oggi fra i poveri coloro i quali, senza possibilità di scelta, diventano vittime innocenti di una violenza decisa da altri. Ed è nella solidarietà a tale povertà – ha concluso l’ordinario – che i nostri militari ancora oggi operano nelle Missioni di sostegno alla Pace”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy