Firenze 2015: una scuola di arte sacra per ricreare le “botteghe artigianali”

(Dall’inviata Sir a Firenze) – “L’arte sacra nasce dalla fede, non è una semplice espressione estetica”. È nata da questa convinzione la “Sacred Art School” di Firenze, alla Cascine, uno dei trenta luoghi della città che hanno avuto questo pomeriggio l’occasione di vedere i 2.200 delegati presenti fino a domani nel capoluogo toscano, per il quinto Convegno ecclesiale nazionale. A spiegarlo è stata la presidente della scuola, Stefania Fuscagni: in quattro anni l’hanno frequentata 140 ragazzi, il 60% italiani e il 40% provenienti da altri Paesi d’Europa, America Latina, Asia. “L’idea – ha spiegato Fuscagni – è stata quella di mettere insieme arte sacra e artigianato, sul modello delle botteghe rinascimentali che sono nate proprio qui a Firenze”. Pittura, scultura e oreficeria le specialità offerte agli studenti, che a disposizione hanno anche insegnanti di teologia, liturgisti, storici dell’arte. “Non chiediamo il certificato di battesimo a nessuno”, ha detto il direttore artistico, Giancarlo Poletti, ma molti ragazzi hanno partecipato martedì scorso alla Messa di Papa Francesco allo stadio Artemio Franchi. Il supporto ligneo del Crocifisso trecentesco che stava sull’altare è un’opera del figlio quindicenne di uno degli insegnanti della scuola.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy