MIGRAZIONE: CARD. MARADIAGA (CARITAS), È PARTE DELLO SVILUPPO UMANO

"Quando sento storie di migranti che intraprendono viaggi di centinaia di migliaia di chilometri, resto ammirato dal loro coraggio e determinazione". Il card. Oscar Rodriguez Maradiaga, arcivescovo di Tegucigalpa e presidente della Caritas Internationalis, è intervenuto alla Conferenza nazionale sulle migrazioni, in corso a Washington, promossa dalla Conferenza episcopale degli Stati Uniti, assieme a Caritas locale e alla Rete legale cattolica per l’immigrazione. "I migranti sono soggetti ad abusi, sfruttamento e violenze – ha affermato il cardinale, come riferisce Radio vaticana -. I bambini finiscono nelle mani dei trafficanti di droga, delle organizzazioni criminali e della tratta di esseri umani, degli ufficiali corrotti". Ma "quando vedo come reagisce la comunità internazionale alla crisi dei migranti, mi chiedo chi siano i più spaventati: i migranti o i Paesi verso cui sono diretti?". "Immaginate se San Paolo avesse cercato di entrare in Europa oggi: sarebbe stato classificato come clandestino e rimandato a casa", ha sottolineato il porporato. "La migrazione è parte dello sviluppo umano – ha aggiunto Maradiaga – I migranti portano con sé competenze e manodopera, sono una risorsa". Uno degli obiettivi dichiarati della conferenza è di "spingere il Congresso statunitense ad approvare una legge di riforma dell’immigrazione entro quest’anno".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy