INDUSTRIA DEL CINEMA: MAFFEIS (EDS), "PROMUOVERE STRATEGIE E PROGETTI CONDIVISI"

"L’industria cinematografica è un settore chiave dal punto di vista economico, perché da solo produce una ricchezza annuale pari a 4,4 miliardi di euro. Dati importanti, che confermano la centralità del settore dell’audiovisivo nel tessuto produttivo italiano": lo ha ricordato il presidente della Fondazione Ente dello Spettacolo (EdS), don Ivan Maffeis, in occasione della presentazione avvenuta oggi a Roma del "Rapporto 2013 – Il mercato e l’industria del cinema in Italia". Realizzato in collaborazione con la direzione generale per il cinema del ministero dei Beni e Attività Culturali e Turismo, il rapporto mette in evidenza l’"annata eccezionale" in termini d’incassi del cinema italiano, in buona parte dovuto a due film primatisti. Il primo è "La grande bellezza" che ha vinto l’Oscar quale miglior film straniero, e il secondo "Sole a catinelle" col record assoluto d’incassi (in tre mesi 8 milioni di spettatori e 51,8 milioni di euro). "Anche per questo – ha aggiunto don Maffeis – dobbiamo promuovere strategie e progetti condivisi che sostengano il mondo del cinema e lo aiutino ad attraversare questa stagione di crisi. I primi segnali incoraggianti sono evidenti. È necessario a questo punto che ognuno faccia la propria parte per tutelare questo avamposto strategico del patrimonio culturale italiano".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy