IMMIGRAZIONE: AMNESTY INTERNATIONAL, LE POLITICHE UE METTONO A RISCHIO VITE

Nella loro determinazione a isolare le proprie frontiere, l’Unione europea e i suoi Stati membri stanno mettendo a rischio la vita e i diritti dei rifugiati e dei migranti: lo sottolinea Amnesty International in un nuovo rapporto pubblicato oggi. "Il costo umano della Fortezza Europa: le violazioni dei diritti umani nei confronti dei migranti e dei rifugiati alle frontiere d’Europa" mostra come le politiche in materia d’immigrazione dell’Ue e le prassi di controllo delle frontiere impediscano ai rifugiati di accedere all’asilo nell’Ue e mettono a rischio le loro vite nel corso di viaggi sempre più pericolosi. "L’efficacia delle misure europee per arginare il flusso di immigrati irregolari e rifugiati è, nella migliore delle ipotesi, discutibile. Nel frattempo, il costo in vite umane e sofferenza è incalcolabile e viene pagato da alcune delle persone più vulnerabili del mondo", ha dichiarato John Dalhuisen, direttore del Programma Europa e Asia centrale di Amnesty International. L’Ue finanzia la propria politica in materia d’immigrazione con qualcosa come miliardi di euro. Milioni di euro vengono spesi ogni anno dagli Stati membri per recinzioni, sistemi di sorveglianza sofisticati e pattugliamento delle loro frontiere. (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy