SPETTACOLO VIAGGIANTE: MONS. PEREGO (MIGRANTES), "EVANGELIZZAZIONE E PROMOZIONE"

La pastorale della gente dello spettacolo viaggiante "non è centralizzata, ma alla luce delle indicazioni dello Statuto della Migrantes, che attualizzano l’ecclesiologia post-conciliare, favorisce l’attenzione della Chiesa anche a questa porzione di popolo di Dio". Lo ha detto oggi pomeriggio il direttore generale della Fondazione Migrantes, monsignor Giancarlo Perego, aprendo i lavori del Coordinamento per la pastorale dello spettacolo viaggiante. "Senza una comunità di riferimento, senza una Chiesa non può esserci pastorale. Ci saranno semmai amici, precettori, ma non una Chiesa. In questi anni – ha spiegato – è maturata una dinamica duplice della pastorale della gente dello spettacolo viaggiante: evangelizzazione e promozione umana". Dunque, "la cura dell’evangelizzazione, che nasce anche nella prossimità di chi incontra la gente dello spettacolo viaggiante, porta a condividere l’esperienza di fede, ma anche le risorse di una comunità, perché siano tutelati i diritti dei lavoratori circensi, gli spazi di lavoro adeguati, la scuola dei bambini… Scindere i due aspetti significa dimenticare che la fede non è un’idea, ma un’esperienza di vita". (segue)” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy