PAPA FRANCESCO: "NON C’È POSTO NELLA CHIESA PER CHI COMMETTE ABUSI"

"Non c’è posto nel ministero della Chiesa per coloro che commettono abusi sessuali; e mi impegno a non tollerare il danno recato ad un minore da parte di chiunque, indipendentemente dal suo stato clericale". Lo ha detto il Papa, che ha ribadito che "tutti i vescovi devono esercitare il loro servizio di pastori con somma cura per salvaguardare la protezione dei minori e renderanno conto di questa responsabilità". "Per tutti noi vale il consiglio che Gesù dà a coloro che danno scandalo, la macina da molino e il mare", ha ammonito il Papa citando il Vangelo di Matteo e assicurando che "continueremo a vigilare sulla preparazione al sacerdozio". "Conto sui membri della Pontificia Commissione per la protezione dei minori, tutti i minori, a qualsiasi religione appartengono, sono i piccoli che il Signore guarda con amore", ha poi aggiunto, auspicando che i membri della Commissione da lui istituita "mi aiutino a far sì che possiamo disporre delle migliori politiche e procedimenti nella Chiesa universale per la protezione dei minori e per la formazione di personale della Chiesa nel portare avanti tali politiche e procedimenti". "Dobbiamo fare tutto il possibile per assicurare che tali peccati non si ripetano più nella Chiesa", l’invito del Santo Padre, che rivolgendosi alle persone abusate ha lodato il loro "coraggio" nel far "emergere la verità" su "una terribile oscurità nella vita della Chiesa".” “” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy