PAPA FRANCESCO: ABUSI "CULTO SACRILEGO", "EFFETTO DIROMPENTE SULLA FEDE"

"Si tratta di qualcosa di più che di atti deprecabili. È come un culto sacrilego perchè questi bambini e bambine erano stati affidati al carisma sacerdotale per condurli a Dio ed essi li hanno sacrificati all’idolo della loro concupiscenza". Parole durissime, quelle contro gli abusi, pronunciate oggi dal Papa nell’omelia della Messa alla quale hanno partecipato alcune persone vittime di abusi sessuali da parte di membri del clero, con alcuni famigliari e accompagnatori e con i membri della Pontificia Commissione per la tutela dei minori. "Hanno profanato la stessa immagine di Dio alla cui immagine siamo stati creati", le parole del Papa, che ha ricordato che "l’infanzia è un tesoro". "Il cuore giovane, così aperto e pieno di fiducia, contempla i misteri dell’amore di Dio e si mostra disposto in una maniera unica ad essere alimentato nella fede", l’analisi del Papa. "Oggi il cuore della Chiesa guarda gli occhi di Gesù in questi bambini e bambine e vuole piangere", ha ripetuto il Papa come aveva fatto all’inizio della sua omelia: "Chiede la grazia di piangere di fronte a questi atti esecrabili di abuso perpetrati conto i minori. Atti che hanno lasciato cicatrici per tutta la vita". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy