PAPA IN MOLISE: AI DETENUTI, "LA SFIDA DEL REINSERIMENTO SOCIALE"

(dall’inviata Sir a Isernia) – "Questa è la sfida, come dicevo due settimane fa nella Casa circondariale di Castrovillari: la sfida del reinserimento sociale". A ribadirlo è stato il Papa, nel suo terzo discorso del viaggio in Molise, rivolto agli 80 detenuti del carcere maschile di Isernia. "E per questo c’è bisogno di un percorso, di un cammino, sia all’esterno, nel carcere, nella società, sia al proprio interno, nella coscienza, nel cuore", l’itinerario tracciato da Francesco. "L’importante è non stare fermi – quando l’acqua sta ferma marcisce – ma camminare, fare un passo ogni giorno, con l’aiuto del Signore", ha proseguito. "Dio è Padre, è misericordia, ci ama sempre. Se noi Lo cerchiamo, Lui ci accoglie e ci perdona, non si stanca mai di perdonare", ha aggiunto riferendosi al motto di questa visita: "Ci fa rialzare e ci restituisce pienamente la nostra dignità. Dio non si dimentica di noi". "Con questa fiducia si può camminare, giorno per giorno. E con questo amore fedele che ci accompagna la speranza non delude".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy