CARDINALE SEPE: A NOME DEI VESCOVI CAMPANI, "BASTA NAUFRAGI! BASTA MORTI!"

"Basta naufragi! Basta morti! Basta pianti e lutti! Basta sofferenze! Quello che da anni ormai sta accadendo nel Mediterraneo ha dell’incredibile, dell’inaccettabile. Assistiamo a vere e proprie tragedie umane e con esse alla strage di innocenti". È il grido del cardinale Crescenzio Sepe, presidente della Conferenza episcopale campana, anche a nome di tutti i vescovi della Campania. "I viaggi della speranza – prosegue – ormai si susseguono senza fine. Siamo in presenza di un esodo biblico dalle coste nordafricane". Sono "giovani, donne, anziani, bambini, mamme in gravidanza, senza patria e senza famiglia, cittadini del mondo, affamati di futuro, autentici pellegrini della speranza", ma "abbandonati a se stessi, nell’indifferenza di tanti". Di più: "Ignorati da centri di potere", secondo "quel triste principio per il quale il problema non è europeo, ma della Nazione che accoglie i profughi". È "un ragionamento che ha dell’incomprensibile. Quasi a dire che Lampedusa o altra punta estrema della Sicilia non è Europa. E così l’Italia in virtù di proprie norme ma soprattutto in ragione di leggi naturali che vanno al di là dell’ordinamento statuale e si richiamano alla nostra cultura e alle nostre radici cristiane, accoglie persone e corpi umani, manifestando rispetto incondizionato, cercando di dare in ogni caso risposte adeguate all’emergenza". (segue)” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy