PROFUGHI SIRIANI: DON DAVANZO (CARITAS MILANO), ACCOGLIENZA NON POLEMICHE

La diocesi di Milano aggiunge una struttura per l’accoglienza di rifugiati siriani, con 100 posti: la struttura, posta nel comune di Magenta, aprirà i battenti domani. Si tratta dell’ex pensionato Sant’Ambrogio. Caritas Ambrosiana, spiega una nota della diocesi, "è prontamente intervenuta per allestire la struttura e metterla nelle condizioni di essere operativa, facendosi carico dell’investimento economico, insieme con la cooperativa Intrecci". Altri spazi e strutture per l’accoglienza sono già stati allestiti a Milano città, Lecco, Barzio; la parrocchia di Cesano Maderno ha offerto l’ex oratorio femminile e un appartamento; la parrocchia Ss. Redentore di Milano ha messo a offerto un’ulteriore struttura. Caritas prosegue la sua collaborazione con le istituzioni pubbliche sul versante dell’emergenza-profughi e, oltre alle strutture di ospitalità, fornisce "interventi di prima assistenza in questa prolungata emergenza, con raccolte viveri, indumenti e medicinali". Don Roberto Davanzo, direttore di Caritas Ambrosiana, dopo alcune recenti polemiche, afferma: "La pressione di questi giorni per l’ennesimo arrivo in Stazione Centrale" a Milano "di profughi siriani può avere spinto i rappresentanti del Comune di Milano a qualche battuta infelice e fuori luogo. Evitiamo polemiche sterili e strumentali sulla pelle dei poveri. Riconosciamo che, in questa circostanza, il Comune non è stato sufficientemente supportato dalle istituzioni centrali". (segue) 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy