SCUOLA CATTOLICA: NOTA CEI, "VERA RISORSA DELLA CHIESA LOCALE"

"La scuola cattolica deve essere considerata una vera risorsa della Chiesa locale e non un fattore accessorio o una pesante incombenza gestionale". Nella terza parte del documento, dedicata agli orientamenti pastorali, i vescovi rivolgono un appello "ad ogni Chiesa locale, perché si senta interpellata dalla realtà della scuola cattolica; si interroghi sinceramente sull’apprezzamento che essa suole fare del suo valore e si adoperi di conseguenza a porre in atto iniziative utili alla incentivazione e valorizzazione della sua presenza nel territorio". "Il vescovo è il primo responsabile e la figura di riferimento obbligata", si ricorda nel testo: spetta a lui il compito di "rafforzare la qualità ecclesiale delle scuole cattoliche" e "vigilare" su di esse. Tra i suggerimenti pastorali: "realizzare un vero progetto educativo diocesano o interdiocesano di scuola cattolica", "stabilire tutti i più opportuni collegamenti tra le scuole cattoliche, la Caritas diocesana, la pastorale giovanile, la pastorale vocazionale e gli uffici di pastorale della salute e della famiglia per lo studio delle problematiche di carattere sociale connesse al mondo della scuola, come ad esempio il disagio familiare, l’inserimento degli alunni portatori di disabilità". Da rafforzare anche il legame con la parrocchia e con i genitori, mentre agli insegnanti vanno garantite opportunità di formazione permanente.” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy