SCUOLA CATTOLICA: NOTA CEI, SERVE "EFFETTIVA PARITÀ". ALLARME CHIUSURA SCUOLE

"La parità scolastica è interesse e patrimonio di tutti i cittadini, perché il diritto a una educazione e a un’istruzione libere appartiene a ogni persona, indipendentemente dalle sue convinzioni religiose o dai suoi orientamenti culturali". Ne sono convinti i vescovi italiani, che nella Nota Cei sulla scuola, diffusa oggi, ricordano che "la libertà di educazione e di istruzione non è una prerogativa confessionale, ma una libertà fondamentale di tutti e di ciascuno" e che la "natura pubblica" del servizio svolto dalle scuole "non risiede nello stato giuridico dell’ente gestore, statale o non statale, ma nella loro funzione a vantaggio di tutta la collettività". Nel documento, si fa il punto sulle riforme legislative che hanno caratterizzato gli ultimi decenni, prima fra tutte la legge 62 del 2000 che "ha ridefinito la natura stessa delle scuole cattoliche, quasi tutte paritarie e dunque facenti parte dell’unico sistema nazionale d’istruzione". Per la Cei, si tratta di una "conquista" e dell’attuazione del dettato costituzionale, ma "ancora incompiuto rimane il cammino verso una parità effettiva che dia reale efficacia alla libertà di scelta educativa delle famiglie". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy