VENETO: SIR REGIONE, OPERATIVO "GARANZIA GIOVANI"

"Il nostro giudizio su ‘Garanzia giovani ‘è positivo. Attraverso di esso si può offrire al giovane un pacchetto extra scolastico che offra una formazione ulteriore, concreta e mirata, non astratta, completata da un tirocinio. Insomma, un aiuto a eliminare quel gap che si riscontra tra il percorso scolastico e l’inserimento nel mondo del lavoro". Lo dice a Sir Regione (clicca qui) Monica Verzola, coordinatore dei servizi per il lavoro di Enaip Veneto, a proposito del fatto che è diventato operativo in Veneto "Garanzia giovani", il progetto cofinanziato dall’Unione europea per prevenire la dispersione scolastica e formativa e accompagnare la ricerca di lavoro dei giovani tra i 15 e i 29 anni in tutti gli Stati membri con almeno il 15% di disoccupazione giovanile. Di parere diverso è Orazio Zenorini, presidente di Lavoro e Società, un’agenzia sociale fondata a Verona da otto soggetti tra cui Compagnia delle opere e Istituto Don Calabria. "In questo momento – spiega – vedo uno scollamento tra gli Youth Corner, come noi siamo, e le agenzie del territorio che dovranno gestire le attività. Il rischio è non accompagnare il giovane con un piano individualizzato, ma con un’offerta frammentata e standardizzata".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy