CRISTIANI PERSEGUITATI: CHIESE DI SVEZIA E FINLANDIA IN PREGHIERA” “

"Anche se ci sentiamo impotenti di fronte alla terribile situazione dei cristiani in Iraq e Siria, possiamo davvero fare qualcosa per loro. Come cristiani, sappiamo che la preghiera è il nostro modo principale di mostrare il nostro amore per coloro che sono perseguitati e maltrattati a causa della loro fede". Così scrive il vescovo di Stoccolma Anders Arborelius in una lettera per esortare "tutti nella nostra diocesi" a pregare per i cristiani perseguitati. In particolare venerdì 1 agosto la chiesa di Sant’Eugenia a Stoccolma sarà aperta dalle 8 alle 21. Il Vescovo chiede che "anche in altre località della nostra diocesi siano tenute le nostre chiese aperte per la preghiera", benché "ovunque possiamo aprire i nostri cuori e pregare per coloro che sono perseguitati". Per il vescovo, oltre alla preghiera è importante "dimostrare solidarietà e sostegno attraverso progetti di servizio" o "sollecitare l’opinione pubblica e cercare di influenzare chi detiene il potere perché si impegni per i cristiani perseguitati". In favore dell’iniziativa di preghiera, lanciata a livello internazionale dalla fraternità sacerdotale di San Pietro, ha scritto una lettera anche il vescovo finlandese Teemu Sippo che invita le parrocchie a organizzare adorazioni eucaristiche per ricordare le vittime delle guerre e pregare per i cristiani perseguitati.” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy