VENTI DI GUERRA: GIORNALI FISC, "I CONFLITTI NEL MONDO SONO UNA FERITA"

"C’è tanto bisogno di pace". I giornali aderenti alla Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), in uscita in questi giorni (clicca qui), raccontando i tanti conflitti attualmente in corso nel mondo, pongono l’accento sull’orrore della guerra. "Sono davvero in tanti a soffrire, per i tanti conflitti in corso, per le drammatiche vicende di guerra o per l’incombere di stragi che minacciano la vita quotidiana – il pensiero non può qui non andare anche ai milioni di cristiani che soffrono persecuzione nel mondo -, ma anche per infiniti altri motivi che angustiano la vita di numerose persone, con cui veniamo a contatto, per le quali a volte pare che la sorte riservi solo dolore", afferma Vincenzo Tosello, direttore di Nuova Scintilla (Chioggia). "Oggi stiamo attraversando, non bisogna negarlo o dimenticarlo, un tempo di tensioni e conflitti, pericolosi e viscidi, dagli esiti potenzialmente tragici non solo per chi oggi subisce il dolore e ne perisce, ma per l’intera umanità. La realtà è questa, siamo in tempi di guerra", avverte Luca Rolandi, direttore della Voce del Popolo (Torino). "In questo anno centenario dell’inizio della prima guerra europea e mondiale – rileva la Guida (Cuneo) -, forti sono le tensioni e gli inquietanti tuoni di guerra che si sentono ai confini di questa nostra fragile Unione europea, sia ad Est sia a Sud del Mediterraneo". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy