VESCOVI MARCHE: MESSAGGIO AI TURISTI, "CONTEMPLARE, PREGARE, FRATERNIZZARE"” ” ” “

"Contemplare, pregare, fraternizzare". Sono i "tre verbi" che i vescovi delle Marche suggeriscono come "accompagnamento" ai turisti, nel loro messaggio di benvenuto. "Qui troverete ciò che può appagare lo spirito e ritemprarvi dalle fatiche del vivere quotidiano. Le nostre Marche – sottolineano i vescovi – hanno un proprio biglietto da visita: hanno un paesaggio stupendo che dagli Appennini scende dolcemente verso il mare Adriatico; custodiscono un patrimonio culturale e religioso di rara bellezza che si può ammirare in ogni città e borgo; offrono spazi culturali e ricche tradizioni che possono rispondere ai desideri più autentici e profondi di tutti voi. Il paesaggio, quasi un disegno del Creatore, dà la possibilità di immergersi dentro una contemplazione che invita al riposo dell’anima e che suscita desideri di preghiera e di gratitudine". "Le nostre cattedrali, i nostri santuari, in particolare quello di Loreto, i numerosi conventi sparsi nel territorio, le tante chiese ed edicole agli incroci delle nostre strade, raccontano quanto grande sia stato e sia il respiro spirituale e religioso di questa nostra amata terra", proseguono i presuli, ricordando poi le caratteristiche del tessuto sociale: "La laboriosità, la solidarietà, la bontà genuina e gustosa dei suoi prodotti". 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy