POLICLINICO GEMELLI: DONATI ORGANI RAGAZZA MORTA IN INCIDENTE PER 4 TRAPIANTI

Grazie alla generosità del papà della diciassettenne sarda morta ieri al Policlinico Gemelli per i postumi di un incidente sulla Cassia bis, che aveva dato il consenso alla donazione degli organi della figlia, questa notte le équipe chirurgiche provenienti dal Centro trapianti di Cagliari, e dal Policlinico Umberto I e dal Policlinico Tor Vergata di Roma hanno potuto effettuare con successo il prelievo di organi che consentirà di salvare altre vite umane. Tale donazione permetterà di effettuare un trapianto di fegato a Cagliari, e a Roma un trapianto di polmoni all’Umberto I, e due trapianti di rene a Tor Vergata. Prelevate anche le cornee e donate alla Banca degli occhi della Regione Lazio (Ospedale San Giovanni di Roma). Lo comunica il Coordinamento per la donazione degli organi e dei tessuti del Gemelli, lodando la "estrema generosità del padre della ragazza morta per il gesto di grande solidarietà in un momento dolorosissimo della sua vita". Le complesse attività che hanno reso possibile la donazione multiorgano sono state coordinate dal Centro nazionale trapianti diretto da Alessandro Nanni Costa e, per la Regione Lazio, dal Centro trapianti diretto da Domenico Adorno. La madre della giovane rimane in prognosi riservata, presso il Centro di rianimazione del Gemelli. 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy