MINORI NON ACCOMPAGNATI: AIBI, APRE A CAMARO SUPERIORE (MESSINA) "CASA MOSÈ"

Di fronte all’emergenza sbarchi e al continuo arrivo di migranti e di Misna (minori non accompagnati) lungo le coste siciliane, Aibi (Amici dei Bambini) apre una nuova struttura di prima accoglienza "Casa Mosè" a Camaro Superiore (Messina). Nella nuova struttura, allestita in un istituto concesso in comodato d’uso per i prossimi 5 anni all’associazione dalle Suore Figlie di Maria Immacolata, sono stati già accolti 16 Misna (minori stranieri non accompagnati) arrivati tra sabato e domenica con l’ennesimo sbarco nel Canale di Sicilia. "Abbiamo stipulato con l’assessore comunale alle Attività Sociali Antonino Mantineo un protocollo d’intesa – dice Dinah Caminiti, referente Aibi Sicilia – in virtù del quale il nostro Centro di prima accoglienza offre ai minori stranieri non accompagnati servizi alla persona, corsi di lingua italiana, assistenza sanitaria e unico esempio in tutto il territorio anche assistenza educativa garantita dalla presenza di pedagogisti. Inoltre i nostri operatori distribuiscono a tutti i minori vestiario e un costante sistema di sorveglianza". La prima accoglienza è un servizio residenziale in una comunità di pronto intervento per l’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati che vivono in situazioni di emergenza. L’obiettivo è fornire soluzioni immediate ai bisogni urgenti di alloggio, vitto e tutela. (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy