AMBIENTE: ISTAT, NEL 2013 DIMINUISCONO LE AUTO NELLE CITTÀ

Nel 2013 diminuiscono i tassi di motorizzazione nei capoluoghi di provincia, ci sono cioè meno autovetture e motocicli per abitante (613,2 autovetture e 132,7 motocicli ogni mille abitanti, rispettivamente -0,9 e -0,6% rispetto al 2012) e cala anche la domanda di trasporto pubblico locale (da 201,1 a 188,6 passeggeri annui per abitante), con un calo dei passeggeri molto più forte nei capoluoghi del Mezzogiorno (-11,1%) che in quelli del Nord (-5,3%) e del Centro (-1,4%) e molto più avvertibile nei grandi comuni (-5,1% sul 2012) che tra gli altri capoluoghi (-0,6%). Crescono allo stesso tempo le autovetture meno inquinanti (euro 4 o superiori). Si tratta di alcuni dati resi noti oggi dall’Istat con la statistica "Qualità dell’ambiente urbano – Anno 2013". Allo stesso tempo aumentano le iniziative per la mobilità sostenibile: con una maggiore offerta di car sharing, presente in 23 città (soprattutto al Nord) e di bike sharing, attivato in 66 città, e dei 116 capoluoghi italiani, 36 dispongono di almeno 34 chilometri di piste ciclabili. 105 città hanno piste ciclabili, e in 34 di queste la lunghezza di almeno 34 chilometri; la crescita maggiore di piste ciclabili va attribuita alle città del Nord, con Torino in testa; a contrario gli 11 capoluoghi che non le hanno sono tutti nel Mezzogiorno. (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy