UCRAINA: POURBAIX-LUNDIN (APCE), "NUOVO SLANCIO" AL PROCESSO DI RIFORMA

Imprimere "nuovo slancio" al processo di riforma in Ucraina e rivedere le proposte di modifiche costituzionali. A rivolgere questo invito alle autorità di Kiev e al presidente Petro Poroshenko è la svedese Marietta de Pourbaix-Lundin, co-rapporteur dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa (Apce) per il monitoraggio di Ucraina, a conclusione della sua visita di quattro giorni nel paese. "La finestra di opportunità per approvare le riforme costituzionali, elettorali e giudiziarie, così essenziali per lo sviluppo del paese – avverte – si sta rapidamente chiudendo, e finora è stato concluso ben poco". Secondo de Pourbaix-Lundin, la proposta di modifiche costituzionali di Poroshenko affronta solo parzialmente i cambiamenti di cui il paese ha urgentemente bisogno. Mancano, ad esempio "ulteriori modifiche necessarie per il corretto riforma del sistema giudiziario e l’ufficio del procuratore generale". Bene la proposta di decentramento a livello locale e regionale ma per la rapporteur occorrono chiarimenti su ruoli e competenze. Pourbaix-Lundin ha inoltre esortato a indagare in modo tempestivo e trasparente sui tragici eventi del 2 maggio a Odessa, quando a seguito degli scontri e del rogo nella Casa dei sindacati sono rimaste uccise 49 persone. 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy