MIGRAZIONI: CONCORD, DOCUMENTO SULLE COOPERAZIONE EURO MEDITERRANEA (2)

L’approccio delle "3M" (Money, Market and Mobility) deve essere trasformato in quello delle "3D": "Democracy, Decent Work and sustainable Development". Per Concord, "è urgente un salto in avanti verso un approccio allo sviluppo basato sui diritti umani, che freni le ondate di nazionalismo e xenofobia che erodono lo stesso ideale di un’Europa unita". Nel documento elaborato dalle piattaforme del Sud Europa, sulle migrazioni, le ong chiedono "di stabilire a livello europeo meccanismi in grado di assicurare rispetto dei diritti umani e protezione dei richiedenti asilo, di creare nuovi corridoi umanitari ed elaborare politiche coerenti in tutta Europa sul diritto d’asilo". Le politiche di aiuto allo sviluppo "non devono essere utilizzate per controllare i flussi migratori, ma per favorire lo sviluppo umano". Le ong chiedono poi "di dare priorità alle politiche di cooperazione territoriale basate sui rapporti tra comunità e territori fra Nord e Sud del Mediterraneo grazie al lavoro di collegamento delle autorità locali; di sostenere i programmi di integrazione giovanile, e stabilire misure che incoraggino le economie locali; infine, di combattere la discriminazione in tutte le sue forme e in particolare quella delle donne; le politiche di genere dovrebbero essere parte integrante dei programmi e delle politiche di vicinato promosse dall’Ue". ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy