COMECE: "EUROPEINFOS", NO A "UNO DI NOI" PESA SU PARTECIPAZIONE DEMOCRATICA

Il nuovo numero di Europeinfos, mensile della Commissione degli episcopati della Comunità europea (Comece), è on line. Alla riflessione estiva del lettore sono affidati temi che i vescovi europei hanno seguito con particolare attenzione in questi mesi, come il Partenariato trans-atlantico per il commercio e gli investimenti (Ttip), su cui più volte il presidente Reinhard Marx è intervenuto e che sarà anche al centro dei lavori dell’assemblea plenaria di autunno della Comece. O, ancora, l’iniziativa "Uno di noi", respinta dalla Commissione europea, "frustrando e disilludendo" 1,7 milioni di firmatari e indebolendo di fatto – secondo la rivista – l’istituto di partecipazione democratica rappresentato dall’Iniziativa dei cittadini europei. Altro tema centrale per la Comece sono le politiche delle frontiere e migratorie, affrontate in un contributo che esamina gli "orientamenti strategici adottati il 26-27 giugno 2014 dal Consiglio europeo per la programmazione legislativa e operativa per il prossimo anno, in materia di spazio europeo di libertà, sicurezza e giustizia". Si ragiona poi sul significato del G7, da cui la Russia è stata esclusa, sanzionata per i fatti dell’Ucraina, ma che "non può avanzare senza di essa, su altri temi che oggi gravano pesantemente sulla sicurezza mondiale". 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy