TV: AIART, GENITORI NON LASCINO SOLI FIGLI A GUARDARE WRESTLING

"I genitori non lascino soli i propri bimbi a guardare il wrestling in tv". È l’appello di Luca Borgomeo, presidente dell’Aiart, l’associazione di telespettatori cattolici, a proposito della trasmissione "Wrestling Wwe Smackdown", mandata in onda da "Cielo" la domenica mattina alle ore 11. "Ai più piccoli va spiegata la pericolosità di certe mosse, va detto chiaramente che non è un gioco", raccomanda l’Aiart, osservando che "tali trasmissioni dovrebbero avvenire in orario serale". Nel 2005, ricorda l’associazione, l’allora Comitato Tv e Minori ne aveva vietato la trasmissione nel pomeriggio. "È sicuramente lecito trasmettere un incontro di wrestling – incalza Borgomeo – ma ci chiediamo: perché la domenica mattina? A quell’ora non ci sono troppi bambini davanti al piccolo schermo? Gli adolescenti arrivano a passare anche quattro ore davanti alla tv". "Quello che ci preoccupa – conclude il presidente dell’Aiart – è la possibilità, nemmeno troppo remota, che qualche bambino giocando con i propri coetanei finisca per imitare i lottatori del wrestling".” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy