SIRIA: S. EGIDIO, APPELLO A GOVERNO PER PORTARE "SAVE ALEPPO" IN EUROPA

Sottoscrivere l’appello "Save Aleppo!" e portarlo in Europa. È la richiesta fatta dagli onorevoli Lorenzo Dellai e Mario Marazziti al governo italiano per rilanciare l’appello proposto il 22 giugno alla comunità internazionale da Andrea Riccardi, presidente della Comunità di Sant’Egidio, per la salvezza della città assediata, in modo da favorire un piano speciale europeo per i corridoi umanitari e di fare di Aleppo assediata la prima "città aperta" del Medio Oriente. "L’Italia, nel ruolo di guida dell’Ue in questo semestre, deve favorire una soluzione politica globale", si legge in una nota di Sant’Egidio: "La soluzione militare è al fallimento. E ci sono già 160mila morti, di cui 12mila bambini, e 6 milioni di rifugiati interni ed esterni". Serve dunque una "soluzione politica, ma anche umanitaria", a cominciare da Aleppo, "attraverso un piano speciale in grado di coinvolgere tutti i soggetti, Assad compreso – propone Sant’Egidio – e la conseguente creazione di corridoi umanitari e di un ponte speciale di aiuti per una città che è ricattata anche dall’assenza di acqua". (segue)” “” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy