RAZZISMO IN EUROPA: ECRI, URGENTI "PIANI NAZIONALI DI CONTRASTO"

La Commissione europea contro il razzismo e l’intolleranza (Ecri) ha pubblicato ieri il suo report annuale, in cui chiede un’azione tempestiva contro le organizzazioni estremiste che promuovono il razzismo, al fine di evitare un’escalation di violenza e attività criminali associate. L’Ecri, si legge in una nota, "ha rilevato in diversi Stati membri un aumento del sostegno ad aggressivi partiti nazionalisti, populisti e xenofobi, oltre alla presenza di una nostalgia fascista per la seconda guerra mondiale". Il rapporto, che esamina le principali tendenze del 2013, sottolinea la necessità di "fare di più per comunicare un’immagine positiva delle società plurali e dei benefici che ne derivano", ed esorta i Paesi ad adottare piani di azione nazionali per combattere il razzismo e la discriminazione. In alcuni casi, fa notare il rapporto, "l’incapacità della polizia di adempiere ai sui obblighi nel pieno rispetto dei diritti umani e dello stato di diritto ha avuto come conseguenza l’aumento dei livelli di xenofobia". L’EcriI chiede un’azione rapida ed efficace per contenere l’aggressione dei razzisti ma allo stesso tempo avverte le autorità affinché facciano attenzione a non alimentare una spirale di violenza. (segue)” “” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy