SINODO FAMIGLIA: MIANO-DE SIMONE, "IL CRITERIO PER RIPENSARE LA PASTORALE"

Non lasciare sole le famiglie ma fare di loro il criterio per ripensare la pastorale, rendendole protagoniste della vita della Chiesa. Sarà questo il nucleo del Sinodo straordinario sulla famiglia che si terrà nel prossimo ottobre e di cui è stato presentato in questi giorni l’Instrumentum laboris. Lo sottolineano, in una nota per il Sir (clicca qui), i coniugi Franco Miano, già presidente nazionale di Azione Cattolica e membro del Pontificio Consiglio per i laici, e Pina De Simone. Il Sinodo, osservano, si preannuncia "nello stile di Papa Francesco": "La traccia presentata non è astratta, muove dall’esperienza comune. Il testo apre lo sguardo aiutando ad attraversare la variegata realtà della famiglia; non si ferma alla cultura occidentale ma tiene conto dell’estrema varietà delle situazioni culturali a livello mondiale". Una famiglia dunque da riscoprire perché essa sia "soggetto e non semplicemente oggetto" della vita della Chiesa: "Bisogna raccontare con un linguaggio nuovo la bellezza dell’essere famiglia. Non bastano i corsi di preparazione al matrimonio. Accogliere le famiglie vuol dire fare delle famiglie il criterio per ripensare la pastorale. Vuol dire, per la Chiesa, riscoprirsi famiglia, famiglia di famiglie e proprio per questo capace di non escludere nessuno".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy