FAMIGLIA: AZZOLINI (AGE), FONDI FALCIDIATI MA LA POLITICA SEGUE LA MODA LGBT” ” ” “

"Da 250 milioni 21,2. E da 40 milioni a 6,9. Basterebbero questi numeri per dare la dimensione della vera urgenza e delle priorità per il governo e la società italiana. Tanto infatti la crisi economica ha falcidiato i fondi statali per la famiglia e quelli per l’infanzia e l’adolescenza. Allora la vera battaglia sociale di avanguardia in Italia e in Europa per una società più giusta ed equa passa proprio dal sostegno alle politiche famigliari, alla natalità, alle politiche giovanili, imprenditoriali, scolastiche, formative. Invece, oggi va di moda difendere e battersi per le unioni civili eterosessuali e soprattutto omosessuali". Così il presidente dell’Age (Associazione italiana genitori), Fabrizio Azzolini, commenta le posizioni del mondo politico italiano e i disegni di legge sulle unioni civili. "La crisi del matrimonio, particolarmente acuta, ci preoccupa e ci allarma – spiega Azzolini -, perché è la principale causa della crisi della famiglia, fattore di tutela sociale dei soggetti deboli e di stabilità intergenerazionale. Piuttosto che riconoscere unioni civili o matrimoni gay, naturalmente sterili, si dovrebbe operare per sostenere davvero le famiglie, in particolare quelle numerose e il loro impegno per i minori, gli anziani, i malati, mettendo al centro l’equità fiscale e ampie politiche family friendly. Non farlo è un errore fatale". (segue) 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy