SUDAFRICA: L’ANC VERSO LA VITTORIA ELETTORALE MA CRESCE L’OPPOSIZIONE

Scontata vittoria dell’Anc nelle elezioni generali sudafricane di ieri, ma lo storico movimento di liberazione, a un terzo dello spoglio, sembra aver ottenuto circa il 60% dei voti: la maggioranza dei due terzi, in cui il presidente in carica Jacob Zuma sperava, resterà quasi certamente lontana, e nemmeno il risultato del 2009 (oltre il 65%) dovrebbe ripetersi (clicca qui). In grande crescita, invece, la Democratic Alliance, opposizione di centrodestra, guidata da Helen Zille: potrebbe ottenere il 25%, 9 punti in più rispetto alle scorse consultazioni. Distante, con il 4%, l’estrema sinistra degli Economic Freedom Fighters. A favorire i partiti d’opposizione e a penalizzare l’Anc potrebbe essere anche l’affluenza, ferma al 72% e in calo rispetto a cinque anni fa. Da domani, sull’agenda del governo peseranno soprattutto i temi economici, sui quali, giudica Raymond Perrier, direttore del Jesuit Institute di Johannesburg "nessun partito ha fatto proposte davvero risolutive", mentre il costo della vita è "sempre più difficile da sopportare per i comuni cittadini sudafricani", motivo per cui "tra la popolazione c’è tanta rabbia". Un altro fattore importante da questo punto di vista è la corruzione, contro la quale tuttavia, giudica Perrier, "non c’è un vero impegno". 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy