PAPA FRANCESCO: A KAREKIN II, NON SIA DIMENTICATO MARTIRIO POPOLO ARMENO (2)

Ed ha aggiunto: "L’ecumenismo della sofferenza e del martirio è un potente richiamo a camminare lungo la strada della riconciliazione tra le Chiese, con decisione e fiducioso abbandono all’azione dello Spirito. Sentiamo il dovere di percorrere questa strada di fraternità anche per il debito di gratitudine che abbiamo verso la sofferenza di tanti nostri fratelli, divenuta salvifica perché unita alla passione di Cristo". Da qui un esortazione: "Corriamo con fiducia nella corsa che ci sta davanti, sostenuti da un così grande numero di testimoni e imploriamo dal Padre quell’unità per la quale Gesù Cristo stesso pregò nell’Ultima Cena". Al termine del colloquio, lo scambio dei doni e fotografia di gruppo, il Patriarca Karekin II e Francesco si sono raccolti in una preghiera comune nella cappella Redemptoris Mater.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy